Un po' di Storia

ImageIl Centro culturale cittadino san Secondo, ha sede in uno stabile in stile neogotico della seconda metà dell’800.

 

 

 

 

Il palazzo è una parte della storia della vita di Asti negli ultimi 150 anni: il salone e la biblioteca ad esempio, sono collocati dove avevano sede in origine i locali della sala di degustazione della birra prodotta dalla fabbrica astigiana Metzger.Image

 

ImageII soffitto della sala dove è ospitata la biblioteca e i medaglioni sulla facciata conservano gli affreschi originari dell’epoca.

 

 

 

 

 

 

ImageIn seguito, negli stessi locali, ha avuto sede il “Circolo Sociale”, dove è nata una parte della tradizione jazzistica artigiana. Negli anni ’30, in questi locali si esibiva l’Orchestra “Joselito”.Image

 

 

 

 

I locali sono stati sede di una sala da ballo fino agli anni ’60, dopo di che hanno conosciuto un periodo di decadenza, fino a quando all’inizio degli anni ’80, il proprietario sig. Mario Martinetti, ha donato l’immobile alla Parrocchia Collegiata di san Secondo, allo scopo di creare un Centro culturale dove le associazioni e i movimenti astigiani, con particolare attenzione a quelli di ispirazione cristiana, potessero trovare un luogo in cui riunirsi ed esprimersi.

Il Centro Culturale San Secondo è funzionante dal 1986 e ospita congressi, convegni, presentazioni di libri e altri avvenimenti culturali nel cuore della città, in una posizione facilmente raggiungibile da tutta la popolazione.